Bagno lungo e stretto: consigli di relooking!

Siete alle prese con la ristrutturazione di un bagno lungo e stretto?, Non disperate! A prima vista può risultare difficile da arredare, ma con semplici accorgimenti potrete ottenere ottimi risultati.

Prendiamo come esempio di partenza un bagno che ho realizzato per un cliente, le cui misure sono 130 cm per 450 cm, senza finestre e con porta scorrevole, come indicato nella piantina qui sotto.
Per procedere al progetto di relooking, prima di tutto si deve analizzare l’ambiente in questione. Un bagno di questo tipo condiziona sicuramente la disposizione degli elementi, che in questo progetto sono stati disposti in maniera lineare, in particolare, partendo dall’ingresso si ha: lavabo, sanitari e doccia.

Il lavabo non supera i 55 cm di profondità, in modo da lasciare almeno 70/80 cm di passaggio. Inoltre, il bagno è sprovvisto di finestra, quindi nella scelta dei rivestimenti e dell’illuminazione bisogna tenere conto della scarsa luminosità dell’ambiente. Per evitare l’effetto “tunnel buio”, la scelta è ricaduta su colori chiari, che potessero dara la sensazione di ingrandire l’ambiente. Colori scuri e cupi avrebbero l’effetto di restringere l’ambiente, mentre qui abbiamo bisogno di luminosità e di spazio!

Durante la scelta del tipo di rivestimento da utilizzare, è stato proposto di suddividere il bagno in due zone: la zona dell’ingresso dove si trova il lavabo, e la zona sanitari e doccia. La zona lavabo è stata rivestita con il parquet, scelto prestando attenzione alle caratteristiche del legno e all’ambiente in cui sarebbe stato inserito. In un bagno in cui è presente una doccia e quindi anche umidità, la scelta è ricaduta sul Teak, uno dei migliori per resistenza all’acqua e dal colore caldo che ben si adatta a questo ambiente poco spazioso.

Nella zona sanitari si è preferito non inserire il parquet, per evitare eventuali rischi di contatto con l’acqua, e si è quindi optato per una resina di tonalità grigio chiaro, che prosegue anche sulle pareti della doccia. Per le pareti restanti si è scelta pittura color bianco lino.

Un altro elemento fondamentale valutato è stata l’illuminazione, che volevamo fosse il più possibile uniforme. E’ stato quindi escluso l’unico punto luce centrale, mentre si è optato per l’inserimento di una linea di faretti, che permette di evitare zone d’ombra.

Per contenere i faretti, è stato costruito un ribassamento in cartongesso che non copre tutto il soffitto del bagno, ma solo metà, in modo da evitare di ridurre troppo l’altezza del bagno. Il ribassamento prosegue anche sopra la doccia dove è stato posizionato un altro faretto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>