Bagno moderno: da ambiente di servizio a spazio per il wellness quotidiano

Bagno e nuove tendenze

L’abbiamo potuto constatare anche al recente Salone Internazionale del Bagno: dimenticatevi della ormai obsoleta concezione del bagno come ambiente di servizio. Non importa quanto sia grande, né se sia l’unico in casa, certo è che il bagno è uno spazio importante della casa e come tale deve essere gestito.

Bagno moderno: antoniolupi
È solo una ulteriore conferma di quanto si andava delineando già da tempo e si affermava anche durante gli ultimi appuntamenti del Cersaie bolognese, dove rivestimenti, sanitari e accessori per lo spazio del bagno hanno, inoltre, avuto come caratteristica costante quella di essere prodotti secondo i più innovativi criteri di sostenibilità ambientale.

L’utente di oggi ha infatti delle aspettative molto precise per quanto riguarda il bagno di casa. Questo deve essere funzionale al massimo, esteticamente gradevole e, soprattutto, essere dotato di attrezzature e accessori che ne rendano l’utilizzo sostenibile per quanto riguarda i consumi energetici e idrici.

Che sia mini in un monolocale per single oppure più spazioso e magari non il solo presente nella villa o nell’appartamento di una famiglia numerosa, questo spazio è decisamente trattato alla pari di una cucina o di un living.

 

E come un living, quasi, viene arredato secondo le tendenze più attuali, riprendendone il design e il concept compositivo dei moduli assemblati e assemblabili a piacere.

Non è un caso che più di un’azienda abbia in catalogo delle collezioni di mobili coordinati stilisticamente per poter proporre soluzioni di arredo per cucina, living e bagno.

Le ultime produzioni si concentrano soprattutto sui materiali, sempre più performanti e d ecosostenibili, sia in fase produttiva sia durante il normale uso quotidiano, per poi poter essere smaltiti senza problemi a fine ciclo di vita o, in molti casi, riciclati per nuovi prodotti.
Lavabi d’appoggio e superattrezzati nei bagni nuovi o nelle ristrutturazioni

Scendiamo più nei dettagli delle nuove produzioni. Per quanto riguarda i lavabi, sono per lo più da appoggio, su mobili contenitori e basi pensili o direttamente a terra, per un impatto visivo molto originale o per ragioni di spazio ridotto a disposizione.

Quando invece non è d’appoggio, il lavabo è integrato nel top senza soluzione di continuità, per un’estetica accattivante e soprattutto una migliore facilità di pulizia. L’uso dei nuovi materiali che sono gestibili direttamente in loco anche in caso di usura o graffi aiuta, come nel caso delle cucine, a rendere questo spazio facile da progettare e da proporre anche alla clientela più esigente.

Bagno moderno: antoniolupi, Bespoke
Leitmotiv delle ultime produzioni è l’aspetto quanto più possibile naturale delle superfici, sia alla vista sia al tatto, caratteristica ottenuta grazie a materiali di nuova generazione trattati superficialmente in modo da ottenere finiture grezze o più soft, a seconda dell’impatto finale che si vuole dare all’ambiente.
Tutto questo senza pregiudicare in alcun modo né la funzionalità né la facilità di manutenzione, considerata anche la particolare prerogativa di questo ambiente dove umidità e prodotti a volte aggressivi per la pulizia possono creare problemi molto seri all’estetica delle superfici.

I nuovi bagni sono arredati con mobili funzionali ed esteticamente sobri nelle linee, con pochi, anche se molto d’impatto, inserimenti di colore e tanto vintage. Come per gli altri ambienti della casa le cromie più presenti sono quelle che riprendono le tonalità tortora, beige, bianco/latte, antracite.

Nella gallery qualche immagine della collezione Bespoke di Antonio Lupi, design Carlo Colombo, presentata al recente Salone del Bagno. Da sottolineare il design di questa produzione che rimarca la tendenza stilistica di concepire le composizioni per il bagno alla stessa stregua di quelle per il living.
Bagno moderno: Rapsel, Wing
Per bagni molto piccoli o in caso di ristrutturazioni, dove spesso il bagno è ricavato da situazioni al limite dell’impossibile, Rapsel offre una gamma ricchissima di lavabi dall’ingombro minimo, da posizionare ad angolo oppure lungo la parete. In quest’ultimo caso la forma è a mezzaluna schiacciata in modo da occupare in profondità il meno possibile.
Materiali vecchi e nuovi per il bagno sostenibile

Quali sono i materiali e le finiture più utilizzati? Naturalmente la ceramica, il marmo, le essenze lignee lasciate al naturale o tinte scure, i laminati e i laccati, le resine cementizie.

Se si parla di marmo allora Kreoo è un punto di riferimento importante. Il nuovo lavabo Nami rappresenta al meglio l’azienda, tipico esempio di prodotto industriale modellato in ultima fase da artigiani dalla lunga esperienza.

Bagno moderno: Kreoo, Nami
Nami nella lingua giapponese significa onda. Si tratta di un lavabo da appoggio di forma ovale che riprende nel design le forme del drappeggio di un tessuto sulla parete esterna.
Questa lavorazione del marmo crea effetti di luci e ombre che alleggeriscono il materiale e lo rendendolo sofisticato.

Al Salone il lavabo Nami è stato presentato nella versione in marmo Bianco Carrara ma è disponibile anche in Bianco Calacatta, bianco Perla e Nero Marquina; le finiture sono a scalpello.

Non possono mancare nella rassegna articoli realizzati in Corian®, Cristalplant® e Ceramilux®, tutti materiali che aziende come Antoniolupi, solo per citarne una, utilizzano da anni per le collezioni più innovative di questo settore. Sempre questo marchio ha introdotto ultimamente il Flumood®, materiale di ultima generazione caratterizzato dall’essere ideale per l’ambiente bagno, grazie alla sua atossicità e compattezza.

Il Flumood®, tra le altre caratteristiche, non è poroso per cui non assorbe le macchie ed è facile da pulire, in caso di graffi si può ripristinare facilmente sul posto.

Carattere predominante delle composizioni dei bagni di oggi è proprio il mix dei materiali, a seconda della diversa funzione.

Bagno moderno: Boffi-Fantini, About Water
Sempre per rimanere in tema di sostenibilità, vi segnalo la collezione About Water (Boffi-Fantini), costituita da una serie di rubinetterie leadfree realizzate in ottone con percentuale di piombo inferiore allo 0,25%.

Anche la classica ceramica si avvale di nuove lavorazioni e componenti, come nel caso del lavabo d’appoggio Kassel, di Ceramica Althea, realizzato in Plus+Ton®, superficie anti-graffio, anti-macchia, antibatterica. Plu+Ton® è un materiale eco-friendly riciclabile al 100%, frutto di un ciclo di produzione che utilizza temperature altissime, 1.250 °C, e che non emette sostanze inquinanti in atmosfera.

E’ protagonista ancora la ceramica sia per i lavabi sia per i piani d’appoggio della collezione Display di CERAMICA GLOBO, presentata al Fuorisalone. Display nasce dalla collaborazione con il duo di designer GamFratesi.
Bagno moderno: Ceramica Globo, Display
Si tratta di 4 lavabi dal design squadrato frutto di uno studio sulle abitudini e i gesti quotidiani di normalissimi utenti del bagno.

Le forme stesse, così come le misure in profondità e in altezza, vengono concepite per rispondere a questa gestualità in modo da personalizzare l’ambiente bagno in maniera originale e pratica.

Accanto alla vasca vera e propria, ogni lavabo include una serie di piani di appoggio integrati, con il risultato di un elemento monolitico in ceramica organizzato al suo interno in maniera razionale ed ergonomica, dove niente è lasciato al caso e tutto ciò che serve è a portata di mano.

I quattro modelli hanno diverse dimensioni per adattarsi a diversi contesti; la collezione comprende due versioni per installazioni sospese, due per installazioni d’appoggio.
Nel bagno le attrezzature per il wellness quotidiano

Che il bagno sia sempre più concepito come luogo dove ricreare, anche in piccolo, una propria zona wellness domestica è ormai un dato di fatto.

Le cabine doccia si fanno sempre più invisibili, il design delle rubinetterie e degli accessori ad esse abbinate sono sempre più minimaliste, per disturbare il meno possibile, a livello ottico, l’atmosfera di estrema libertà e relax durante una sauna o anche una semplice doccia mattutina.

Atmosfere metafisiche si percepiscono in produzioni storiche come quelle di Graff, che ha concepito l’intero stand milanese come una presentazione di articoli decontestualizzati, come in una galleria, per sottolineare legami con l’arte.

Bagno moderno: Graff, soluzioni per doccia
E si chiama proprio ART of the Bath Gallery questo nuovo percorso emozionale intrapreso dall’azienda, che risponde ad una precisa filosofia estetica: la ricerca di un’essenzialità libera da orpelli (cit.).

Si tratta di sistemi doccia, accessori, rubinetterie e soffioni che rispondono a qualsiasi esigenza, per risolvere spazi wellness che siano estremamente funzionali, con soluzioni tecnologicamente innovative e performanti, ecosostenibili.

A partire dai comandi touchpad, per finire alla visione di video o all’ascolto di musica, passando per la cromoterapia, tutto contribuisce ad esaltare l’esperienza della semplice doccia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>