Idee di progetto e l’arredo giusto per organizzare una lavanderia in casa

Organizzare una lavanderia in casa: soluzioni progettuali per dare funzionalità a ogni volume, in correlazione con gli spazi abitativi e gli ingombri dell’arredo.

Aspetti correlati alla lavanderia a casa: uno spazio strategico

Arredo lavanderia: la cosiddetta stanza lavanderia, pur essendo uno spazio essenzialmente destinato a locale di servizio, riveste un importante e strategico ruolo funzionale, per la gestione delle attività quotidiane all’interno della casa.

Nella fase progettuale, solitamente è possibile prevedere un arredamento lavanderia, soprattutto in prossimità della cucina o del bagno: ciò ovviamente per motivazioni tecniche, ossia per i relativi allacci idrici, facilitando così la costruzione degli impianti, oltre alla necessaria manutenzione degli stessi.

È altresì auspicabile che vi sia un buon rapporto aeroilluminante anche nella stanza lavanderia, così da consentire la necessaria ventilazione durante le operazioni di lavaggio, onde scongiurare i dannosi fenomeni di condensa dei vapori sulle superfici del locale di servizio; del resto, l’immediata adiacenza con una superficie esterna, quale un terrazzo o anche un piccolo balcone, è sempre l’ideale, per facilitare e velocizzare il lavoro quotidiano di asciugatura del bucato.
Stanza lavanderia adiacente al terrazzo: pianta di progetto

Il grafico proposto di seguito mostra una stanza lavanderia a pianta rettangolare, dotata di una portafinestra per l’accesso al terrazzo a livello: l’arredo lavanderia è disposto lungo le due pareti più lunghe, con sistemi di mobili per lavanderia cuciti su misura.

Organizzare una stanza lavanderia in casa: pianta di progetto
Un grande lavatoio in ceramica a vasca rettangolare è collocato in ideale posizione frontale alla porta di accesso nella stanza lavanderia. Ai due lati del lavatoio, due mobili lavanderia fungono da contenitori e da ampi piani di appoggio, mentre la lavatrice, in strategica posizione accanto alla portafinestra, risulta comoda per stendere agevolmente il bucato all’aria aperta.

La parete a destra entrando, prevede un arredamento lavanderia creato su misura, con la possibilità di estrarre, all’occorrenza, un comodo asse da stiro, com’è riscontrabile più chiaramente nel prossimo disegno prospettico.
Organizzare la lavanderia con mobili su misura multifunzione

La vista prospettica della parete, chiarisce la mia idea progettuale per l’arredo lavanderia, con un articolato e pratico mobile lavanderia polifunzionale.

Una lavanderia organizzata in casa: disegno prospettico
L’arredamento lavanderia è composto dai seguenti elementi: una colonna attrezzata, con scomparti per contenere gli oggetti e attrezzi di servizio più ingombranti; un mobile lavanderia più basso con cassetti, cestoni porta biancheria e un comodo asse da stiro estraibile attraverso un finto cassetto a ribalta; una mensola superiore risulta comoda come appoggio di detersivi e strumenti per la pulizia.

Per com’è organizzata, una siffatta stanza lavanderia si presta egregiamente come locale di lavoro domestico, utile per dedicarsi a operazioni di stiratura, cucito, hobbistica e quant’altro, avendo sempre a disposizione tutti gli attrezzi specifici per ogni operazione.
La lavanderia: un angolo organizzato in base alle esigenze

È possibile elaborare varie soluzioni per una lavanderia a casa, essendo collocabile in adiacenza alle diverse zone funzionali, coerentemente con le specifiche esigenze del nucleo familiare.

Nel caso di una lavanderia ubicata in prossimità della cucina, c’è da dire che ormai l’ ambiente cucina non è più inteso semplicemente come area destinata alla preparazione e consumo dei pasti, bensì come zona living e di spazio relazionale.
Di conseguenza, questa più moderna concezione determina una diversa posizione della lavanderia, che potrà essere più defilata rispetto a quella tradizionale.

Lavanderia ricavata in cucina
Una valida alternativa può essere l’inserimento di un attrezzato arredo lavanderia all’interno della zona notte. Tale situazione, nuova per certi versi, può essere giustificata perché consente la comodità di un secondo servizio igienico nella zona notte, oltre ovviamente a quello padronale.

In particolari casi, infatti, quando non si ha la possibilità di collocare un bagno in camera, è adottabile anche una semplice soluzione progettuale che preveda un apposito spazio, adibito sia a secondo servizio igienico, sia a lavanderia.

Il grafico seguente schematizza una zona notte composta di tre camere da letto: oltre al bagno padronale, si è creato un secondo piccolo bagno con lavanderia, evidenziato in giallo.
Questa ipotesi, seppur limitata, prevede comunque un’attenzione nel dimensionamento degli spazi d’ingombro e di movimento, oltre naturalmente alla razionale posizione dei sanitari, pilozza e lavatrice.

Riguardo alla porta di accesso, per evitare l’ingombro dell’apertura dell’anta verso l’interno, si è adottato un tradizionale sistema scorrevole annegato nel tramezzo.
Sulla parte opposta, poiché il bagno con lavanderia è di forma rettangolare, si è scelto di realizzare una cabina doccia a tutta parete e con una profondità di circa settanta centimetri.

Lavanderia ricavata nella zona notte
Tale soluzione, anche se in apparenza contrastante rispetto alle dimensioni modeste del bagno con lavanderia, è stata suggerita dall’idea di garantire una certa comodità creando un vano doccia molto ampio.
Questo è stato possibile razionalizzando adeguatamente lo spazio a disposizione, così da permettere l’agevole movenza di una persona. A questa scelta contribuisce l’eliminazione del lavabo, per far posto a una tradizionale pilozza che, se correttamente attrezzata, può svolgere in maniera adeguata qualsiasi ordinaria funzione, oltre a quella di lavare il bucato.

Una siffatta soluzione non ha alcuna pretesa di ordine estetico, anche in considerazione del fatto che questo bagno con lavanderia situato nella zona notte è di utilizzo esclusivo dei membri della famiglia. Per ciò che riguarda lo spazio antistante alla pilozza e lavatrice, dallo schema si evince come gli ingombri siano tali da consentire un agevole ingresso al box doccia, oltre a permettere le normali attività quotidiane di carico e scarico dei panni.

In questa soluzione c’è stata anche la possibilità di avere nelle immediate vicinanze del bagno con lavanderia, un piccolo ballatoio di servizio che, nei fatti, è stato utilizzato come stenditoio.
Come trasformare un ripostiglio in lavanderia

È possibili prevedere la realizzazione di una lavanderia a casa, trasformando opportunamente la volumetria di un ripostiglio, altrimenti troppo angusto.

Lavanderia: pianta dell’appartamento prima dell’intervento
Si è preso spunto dalla ristrutturazione di un appartamento composto da un ampio soggiorno, una camera matrimoniale, una cameretta, una cucina abitabile, un bagno piccolo in cui non risultava possibile l’inserimento di una lavatrice, l’ingresso, un disimpegno e un ripostiglio.

Una delle principali esigenze della committenza riguardava proprio la creazione di uno spazio da adibire a lavanderia. Il problema è stato risolto modificando adeguatamente il ripostiglio che, nello stato di fatto misurava 2,11 metri in larghezza per 1,42 metri di lunghezza, per una superficie di circa tre metri quadrati. Inoltre, la porta di accesso aveva una luce netta di appena 60 cm, risultando così poco agevole per il passaggio, oltre a non essere conforme alle normative vigenti.

Interventi murari per adattare il ripostiglio a lavanderia: in giallo demolizioni e in rosso costruzioni
Il progetto ha previsto un leggero ampliamento del ripostiglio, a scapito del disimpegno, nonché lo spostamento della porta della camera matrimoniale, onde sfruttare al meglio le spazialità.

La nuova stanza lavanderia ha aumentato così la sua dimensione in larghezza di 50 cm, raggiungendo una superficie di circa 4 mq.

Anche l’uscio della stanza lavanderia è stato allargato e sostituito con una porta a libro con luce netta di 80 cm, al duplice scopo di ridurne l’ingombro e di risparmiare sui costi; difatti, l’eventuale installazione di una porta a scomparsa all’interno del muro, si sarebbe rivelata invece piuttosto impegnativa, vista la conformazione delle pareti.

Progetto per la trasformazione del ripostiglio in lavanderia
Il lavatoio è stato posizionato in aderenza alla parete, così da minimizzare le opere idrauliche necessarie per i relativi impianti.
Completano l’arredo lavanderia una scaffalatura su misura creata sulla parete laterale alla porta d’ingresso; la conformazione pressoché quadrangolare di questa nuova stanza lavanderia, permette la comoda installazione della lavabiancheria e di un ampio asse da stiro sempre pronto all’uso.
Arredare la lavanderia: mobili lavanderia pratici e di design

La sequenza di foto mette in mostra alcune tipologie di mobili per lavanderia, dove la praticità si coniuga alla bellezza delle finiture degli arredi, consentendo ergonomia spaziale e funzionalità anche nelle soluzioni per bagni piccoli.

 

Svariate sono le soluzioni disponibili sul mercato per organizzare al meglio la lavanderia, intesa come uno degli angoli più nascosti ma utili della propria casa .

Soluzioni pratiche e modulari consentono di arredare lavanderia, anche di piccole dimensioni, in maniera estremamente razionale: lavatrici sempre più funzionali e compatte, mobili modulari e completi di lavatoio e asse da stiro, vengono incontro alle esigenze di tutti, per cui possono bastare pochi metri quadrati per configurare una lavanderia ben attrezzata.
Le soluzioni di mobili lavanderia proposte da BIREX, azienda specializzata con sede in provincia di Pordenone, prevedono una modularità intelligente, in grado di includere gli elettrodomestici entro delle ergonomiche strutture contenitive.

La serie Idrobox di Birex consente di racchiudere lavabiancheria e asciugatrice ad una altezza assai comoda per l’operatività quotidiana, poiché disposte al di sopra di pratici contenitori, oppure installate a colonna, sfruttando lo spazio in verticale.

In alternativa, degli essenziali lavatoi di svariate conformazioni possono essere associati ad armadiature attrezzate, creando così una disinvolta e informale multifunzionalità nella stanza lavanderia.

Hafro Geromin azienda con sede in provincia di Venezia, presenta soluzioni di mobili per lavanderia dal design sinuoso, egregiamente abbinabili a qualsiasi ambientazione, dal bagno alla cucina e persino al living; l’arredo bagni piccoli prevede una tipologia molto compatta di mobile lavanderia salvaspazio, dove tutte le funzioni di lavaggio e contenimento sono sintetizzate in un unico modulo contenitore razionale, per sfruttare al meglio le esigue volumetrie disponibili.
Progettare casa online con i relativi spazi di servizio e lavanderia

Le scelte progettuali sono molteplici per far sì che un arredo lavanderia risulti funzionale e contestualizzato nel modo più consono all’interno dell’alloggio, tralasciando gli spazi angusti o di risulta; si ottiene così un aumento del grado di vivibilità di tutto l’insieme abitativo, nell’ottica di un’evoluta e consapevole ergonomicità degli spazi.

Innumerevoli sono gli approcci progettuali da poter mettere in atto per personalizzare gli immobili, valorizzandone le peculiarità e donando un surplus di estetica architettonica, associato a una variegata funzionalità abitativa.

Il servizio online per progettare la suddivisione degli spazi di casaAttraverso il nostro esclusivo servizio online di progettazione a mano libera è possibile ottenere una consulenza specialistica, fedelmente mirata a una concreta ed efficace risoluzione delle molteplici problematiche, riscontrabili in qualsiasi ambito residenziale.

Soluzioni strategiche e creative vengono valutate attentamente, per dar vita a nuove e più funzionali suddivisioni degli spazi interni ed esterni, così da costruire un mix strutturale in coerenza con gli arredi e le esigenze specifiche.

Planimetrie arredate e disegni realistici tridimensionali vengono elaborati in ogni singolo particolare, per ridisegnare una distribuzione spaziale plastica e dinamica, assicurando sempre un logico equilibrio tra bellezza e praticità nell’utilizzo degli ambienti intercomunicanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>