Quanto costano le lampade e gli accessori per il bagno?

Completiamo il bagno con gli ultimi tocchi: montiamo le lampade, lo specchio e lo scaldasalviette e scegliamo una serie di accessori coordinati e colorati.
Quanto costano le lampade e gli accessori per il bagno?

Nuovo bagnoIl mio bagno è quasi completo. Ho scelto rivestimenti per rinnovare il bagno”>sanitari dalle forme squadrate e compatte e, lungo una delle pareti corte, ho ricavato un sistema di nicchie e ripiani – a corredo del lavabo e del vano doccia – del quale so che non potrò più fare a meno per riporre ogni genere di cosmetico e detergente.

Anche i rivestimenti e il pavimento, tutti di Ceramica Vogue, mi soddisfano molto; il loro brillante verde mela è in piacevole contrasto con il bianco della ceramica e con la candida tinteggiatura delle porzioni superiori delle pareti e del soffitto.

Non mi resta ora che provvedere all’illuminazione e ai complementi.
Specchio e lampada per il lavabo del bagno

Inizio dallo spazio dominato dal lavabo dove il protagonista non può che essere lo specchio. Considerata la superficie ridotta alla quale posso applicarlo (che misura 90 x 45 cm), rispetto alla quale dovrò comunque lasciare un margine di circa 5 cm su ogni lato, opto per una soluzione quasi fai da te.

Posso seguire due strade.

Specchio su Misura, richiesta preventivo specchio senza corniceLa prima è questa. In un grande magazzino specializzato (Leroy Merlin o OBI, tanto per citarne due fra i più diffusi sul territorio nazionale) mi faccio tagliare una lastra su misura, avendo cura di specificare, al momento dell’ordine, che i bordi vengano molati.

Fisserò lo specchio alla parete con una manciata di clip in acciaio cromato che, dopo la posa in opera, risulteranno quasi invisibili.

La seconda, invece, si affida alla comodità e alla rapidità dell’acquisto online.
Sul sito di Specchio su Misura posso ottenere un preventivo (che mi viene inviato via mail nel giro di qualche ora), specificando le dimensioni dello specchio che mi serve, il trattamento dei bordi (semplice molatura o bisellatura) e il sistema di fissaggio a parete (adesivo o piastre in acciaio).

Mi informo poi sui prezzi per i ripiani in vetro (con i bordi rigorosamente smussati) per le due nicchie del lavabo e della doccia; me ne servono 4 profonde 20 e larghe 27 cm e 4 profonde 10 e larghe sempre 27 cm.
Come riferimento mi rifaccio agli importi – del materiale e della lavorazione – indicati nell’archivio di Lavorincasa.it

Regia, ToastEsaminando uno dopo l’altro i cataloghi di diversi produttori di apparecchi di illuminazione per il bagno – che devono avere specifici requisiti di sicurezza relativi all’installazione in ambienti umidi – mi imbatto infine in Toast di Regia, applique a sorgente LED che, grazie al suo telaio sagomato in acciaio lucido, può essere fissata direttamente alla cornice dello specchio ed è ad esso perfettamente integrata.

Il suo diffusore in plexiglass satinato, ampio e dalla forma quadrata, è perfetto per sottolineare la geometria delle scelte che dominano il mio bagno, dove si inserisce senza turbare l’equilibrio e senza mirare a diventarne il protagonista.

In più una lampada così consuma davvero poco e, fattore ancor più importante per l’utilizzatore, non si scalda molto mentre è accesa.

Telefono in azienda ai contatti indicati sul sito e, nel giro di pochi minuti, mi comunicano il prezzo: 120 euro.
Illuminare il bagno

ex.t, Drip LightsPer l’illuminazione principale dell’ambiente, invece, mi affido alla scenografia di un piccolo grappolo di Drip Lights, piccole sospensioni in ceramica smaltata disegnate da Gemma Fabbri per ex.t.

Ne scelgo una per ogni misura e alla fine, direttamente sullo shop online dell’azienda, ne compro tre: una grigia 14 x 14 cm (89 euro), una bianca 14 x 28 cm (114,01 euro) e una blu 14 x 38 cm (124 euro).
Accessori e scaldasalviette da bagno

Nel negozio online di Authentics (in tedesco e in inglese) pesco gli accessori indispensabili per il bagno, tutti nella plastica bianca della collezione Lunar arricchita, a tratti, di dettagli fluo: il portasapone (9,50 euro), il portaspazzolino (12,50 euro), lo scovolino per il wc (29,50 euro), il portarotolo (14,50 euro), il dispenser per il detergente (18,50 euro) e un set di attaccapanni da parete (8,50 euro).

Authentics, accessori Lunar

Mi resta un ultimo problema da risolvere, che riguarda il riscaldamento del bagno. Decido di collocare uno scaldasalviette sopra il bidet; è di sicuro la posizione più comoda, che non interferisce con l’uso di questo e degli altri sanitari e che, in più, mi regalerà il piacere di afferrare l’asciugamano bello caldo quando esco dalla doccia.

Brandoni, FitnessOpto, dopo alcuni tentennamenti, per una soluzione davvero semplice, che richiama un po’ le spalliere da palestra. Il suo nome, Fitness, è infatti tutto un programma; è prodotto da Brandoni e costa, nella versione 50 x 160 cm, intorno ai 1.000 euro.

Per dimensionarlo correttamente rispetto al volume del mio bagno potrò farmi aiutare dal rivenditore, che farà riferimento ai dati riportati sulla scheda tecnica del prodotto.

A questo punto posso inserire tutte le nuove voci delle forniture nel mio computo (come modello uso quello già elaborato per i sanitari e i rivestimenti).

A queste aggiungo l’importo delle lavorazioni necessarie all’adeguamento degli impianti e alla posa in opera dei vari elementi. Faccio riferimento, come sempre, alla ricerca prezzi e ai costi di ristrutturazione indicati su Lavorincasa.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>