Ristrutturare il bagno: idee, costi e consigli

La ristrutturazione del bagno è sempre un lavoro appassionante, ma non primo di imprevisti e di alti costi, pertanto abbiamo pensato di organizzare 15 punti fra i più importanti da considerare nella realizzazione e ristrutturazione del bagno, per non avere imprevisti.

Sarà necessario lavorare all’idea della vostra ristrutturazione partendo però dall’idea di budget da stimare, sarà perciò necessario stilare un preventivo prima di prendere qualsiasi tipo di decisione . Una volta stimata la spesa si potranno avere idee più chiare su quanto potrà essere speso fra piastrelle, infissi, box doccia e tra i vari modelli di soffione, ecc.

2. Tempo

Il tempo nella ricostruzione e riammodernamento di un bagno sarà fondamentale, ma non si pensi che il tempo di ristrutturazione potrà essere inferiore se si rinnova un bagno piccolo rispetto a un bagno più grande. Il tempo sarà stimato sulla base delle parti che dovranno essere cambiate, non dipenderà dalla grandezza dei metri quadri del bagno, ma più dagli accessori. Tuttavia la pianificazione dei tempi sarà riferita anche alla durata dei lavori e alle fasi intermedie cioè quelle dell’ordinazione e dell’acquisto di piastrelle, infissi, armadi appositamente costruiti. La pianificazione del tempo di ristrutturazione, sarà fondamentale anche per chi ha un solo bagno in casa, perchè dovrà prendere gli accordi e smontare il bagno cercand di organizzarsi nel periodo di ristrutturazione e buttando giù volta per volta parti e zone.

3. Lavori sequenza

Sarà importante e fondamentale organizzare il bagno e ristrutturarlo secondo una giusta sequenza, in questa maniera si limiterà il tempo, lo sporco e gli errori. Sia che si abbattano i muri e si ricostruiscano in cartongesso, i lavori iniziano sempre nella parte superiore della stanza e del soffitto.

4. Problemi nascosti

Durante i lavori di ristrutturazione problemi nascosti possono presentarli le tubature, sarà importante controllare quelle esistenti in modo da evitare perdite in futuro quando la pavimentazione sarà già stata organizzata e predisposta. E’ meglio che la fase della pavimentazione e dell’osservazione o cambio delle tubature sia un lavoro del quale si possa occupare un professionista e un idraulico. Se la vostra casa non è nuova, ma la struttura del condominio o della casa autonoma è particolarmente antica, sarà bene che le tubature siano bene controllate per non incorrere poi in spiacevoli disagi e perdite d’acqua.

5. Progettazione stile e funzionalità

Prima di pensare all’aspetto che prenderà il vostro bagno, ci sono molti fattori da tenere in considerazione come per esempio il colore che della vernice per i muri, per le piastrelle, per le docce, le vasche e i rubinetti. Sarà possibile iniziare a mettere insieme degli elementi che piacciono come gli elementi di design una volta che il bagno sarà terminato, in tale maniera si faranno solo lavori di rifinitura e di puro arredamento.

L’aspetto relativo al design dovrebbe essere strettamente legato alla sua funzionalità, ma l’arredamento del bagno e il suo stile è necessario ed è maggiormente indicato che sia uniformato al complesso della casa e che vi si adatti perfettamente.

6. Misure

Ci sono 3 elementi che nella ristrutturazione del bagno devono essere presi in considerazione, il primo si riferisce alle dimensioni e alle misure del bagno, il secondo elemento si riferisce alla posizione dei tubi esistenti e dei cavi elettrici e il terzo elemento si riferisce alle misure dei sanitari. Quindi assicuratevi di avere le misure corrette e specifiche quando avrete l’esigenza di andare in negozio per fare gli acquisti per il vostro bagno.

7. L’assunzione di un tecnico

Questo lavoro non deve essere condotto senza l’aiuto di un tecnico, architetto o designer, necessariamente poi l’idraulico. Con l’assunzione di un tecnico, sarà tutto più semplice, e guadagnerete più tempo.

8. Altre modifiche

Nessuna ristrutturazione sarà adeguata e completa se non si prevederanno altre modifiche, ossia la riparazione degli infissi, della rubinetteria, delle porte per il box doccia. Sarà utile cambiare anche le maniglie delle porte, le porte stesse se ve nè l’esigenza. Anche solo il box doccia può cambiare totalmente l’aspetto del bagno.

9. Armadi e scaffalature

Nel bagno come in altre stanze della casa è necessario disporre di scaffalature e armadi, nelle piccole stanze, specie poi se di forma irregolare, come spesso è il bagno è ancora più utile e frequente l’utilizzo. Il bisogno e la funzionalità dell’ambiente devono essere adeguati e coincidenti poichè, tutte le vostre cose devono essere conservate in luoghi raggiungibili e di essere anche alla moda e ben inseriti.

10. Pareti e pavimenti

Sono diversi i materiali idonei nel bagno che siano utilizzati per le superfici, per i pavimenti o le pareti dei bagno. saranno utili dei materiali quanto possibili impermeabili, ma è pur vero che qualsiasi materiale può andare bene. Sia che si tratti di marmo, piastrelle, ceramica, granito, la scelta dipenderà anche dal vostro budget. Per i pavimenti la scelta può includere il cemento (verniciato o tinto), il foglio in vinile, particolarmente economico. Qualunque sia la vostra scelta sarà sempre fondamentale che si tratti di un materiale per pavimenti e piastrelle che sia di lunga durata e antiscivolo.

11. Illuminazione

Un bagno può essere reso impraticabile e brutto da una scorretta e non adeguata illuminazione. La giusta luce crea design e la giusta atmosfera. Si dovrebbe avere almeno 50 watt di illuminazione ad incandescenza e la luce naturale che filtri dalle finestre.

12. Accessori

Anche se apparentemente sembra non avere un grande significato invece nel bagno rimodernato e ristrutturato sarebbe meglio inserire anche dei nuovi accessori, come gli asciugamani, le tende i portasapone, gli specchi i portasciugamani, e i tappeti che caratterizzeranno e renderanno bello il vostro bagno.

13. Ventilazione

La ventilazione è fondamentale in ambienti umidi come il bagno. E ‘un lavoro delicato che ha bisogno di una buona progettazione: la scelta e il posizionamento della ventola sarà giusto porla a destra, nella parte opposta all’elettricità. La ventilazione scarsa potrà lasciare la stanza da bagno umida, generare muffe che potrebbero anche danneggiare la salute. Un bagno ben ventilato, però, non è solo un bagno sano. Il flusso d’aria continuo può anche impedire sia il decadimento di eventuali decorazioni in legno o infissi e la saturazione dell’aria.

14. Scegliere il verde

Il verde è un colore molto alla moda e bello da utilizzare per il bagno, è adeguato e nuovo.

15. Pulizia finale

La pulizia finale deve includere una pulizia accurata di tutti i mobili dentro, e fuori, condutture, pareti, pavimento, finestre e lampadari. Nelle ristrutturazioni importanti spesso la polvere generata è molta e difficile da pulire, sarà bene organizzare un efficiente servizio di pulizia e stimarlo nel budget.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>