Vasca da bagno: la regina dell’arredo

La vasca da bagno, protagonista indiscussa dell’arredo nell’ambiente bagno, può essere in stili, colori e materiali differenti, tecnologica e addirittura luminosa!

 

Oggi la vasca da bagno è spesso relegata in secondo piano.
A lei si preferisce di gran lunga la doccia, sia per ragioni pratiche, perché questa consente di provvedere all’igiene quotidiana con notevole rapidità e risparmio idrico, sia per questioni di spazio disponibile, che negli appartamenti in centro città è spesso ridotto al minimo indispensabile.

vasca da bagno
Eppure, questo sanitario rimane sempre il protagonista indiscusso dell’ambiente bagno.
Anzi, laddove la presenza della vasca da bagno è possibile, questa si lega ormai a concetti di benessere personale e di cura della persona, che vanno al di là della semplice igiene.

La vasca da bagno evoca istintivamente l’idea del relax; la stessa posizione seduta o semi distesa e l’acqua ferma o solo leggermente mossa generano un effetto calmante, a differenza del getto energico di una doccia.
E questo è confermato anche dal fatto che un bagno rilassante è considerato un vero e proprio toccasana per chi soffre d’insonnia.
Tipologie di vasca da bagno

Ci sono differenti tipologie di vasca da bagno, ognuna delle quali indicata per un certo tipo di ambiente e di esigenze specifiche:
-la vasca tradizionale è di forma rettangolare e misura 70×170 cm, ma esistono anche modelli più piccoli da 160 cm;
-la vasca a sedere, invece, le cui misure sono circa 65×120 cm, presenta una parte del fondo rialzata che funge da seduta; rappresenta la soluzione ideale per piccoli spazi;
-le vasche idromassaggio sono dotate di bocchette, anche orientabili, che permettono la fuoriuscita di bolle d’aria per creare il massaggio;
-la vasca da appoggio, senza muretto di contenimento, ma dotata di piedini, è quella che si trovava nelle antiche abitazioni ed è tornata in auge soprattutto per arredare interni in stile;
-la vasca/doccia, infine, è un modello combinato che unisce entrambe le funzioni in un solo elemento.

vasca da bagno freestanding
Le vasche possono essere realizzate con i metodi costruttivi più tradizionali ma anche con i nuovi materiali, altamente tecnologici:
-in legno
-in marmo
-in vetro
-in acciaio smaltato contente carbone e materiali ferrosi
-in metacrilato, detto anche acrilico, materiale plastico la cui materia prima è il petrolio
-in tecnopolimero Nouvel, uno dei più recenti
-in quarrycast
– in corian.

La maggior parte delle vasche sono oggi realizzate in metacrilato, perché questo materiale presenta diversi vantaggi.
È un materiale isolante, quindi mantiene più a lungo il calore e isola anche dal rumore, è di più semplice pulizia, perché è colorato nella massa, ed è naturalmente molto più leggero dell’acciaio.
Le vasche idromassaggio sono sempre in metacrilato, per motivi tecnologici, perché il materiale si presta meglio alla realizzazione dei tagli per le bocchette d’aria.
l benefici del legno per la vasca da bagno

Le vasche da bagno in legno, grazie alle proprietà curative del materiale con cui sono fatte, possono svolgere un’azione benefica per la salute del corpo e della mente.
Sono generalmente realizzate artigianalmente e sono quindi anche dei pezzi unici in grado di conferire un notevole valore estetico all’arredobagno.

vasca da bagno in legnoLe proprietà benefiche del legno, in particolare del ginepro, sono molteplici e ormai riconosciute non solo dalla tradizione medica orientale, ma anche da quella occidentale.

Le vasche realizzate in ginepro riescono a purificare il corpo dalle tossine e svolgono un’azione rilassante sul sistema nervoso parasimpatico. Il ginepro è un ottimo conservatore di calore, per cui è in grado di combattere il raffreddore e di riattivare la circolazione sanguigna, migliorando così anche la salute dei vasi capillari.

Da sottolineare, infine, la proprietà antibatterica di questo legno, che dà vita a un effetto antinfiammatorio utile per combattere malattie come artriti reumatiche, orticaria e gonfiore da ulcera allo stato iniziale.
Il vetro: un materiale per la vasca da bagno

Ci sono una serie di nuove soluzioni per le vasche da bagno tra cui spicca sicuramente l’ultima tendenza relativa alle vasche da bagno in vetro: si tratta di realizzazioni di alto design tese alla creazione di prodotti innovativi, dall’animo sperimentale. Fino a oggi, infatti, il vetro o il plexiglass erano stati utilizzati soltanto per i box doccia e mai per le vasche.

Vasca da bagno Chaise Loungue Vitre di Moma Design
Molto spesso questo materiale è abbiano al legno oppure al corian®, come la vasca Chaise Longue Vitre in Corian Du Pont originale e vetro 12mm, disegnata da Ignazio Di Masi, per Moma Design.
Elegantissima nelle sue linee morbide e sinuose, quasi a voler riproporre la conformazione di una culla nella quale godere del massimo relax possibile.
Vasche da bagno dalle forme insolite

Una vasca da bagno può essere installata a parete oppure freestanding.
Queste ultime richiedono uno spazio maggiore ma sono in genere quelle dove l’estro del design può esprimersi in tutta libertà. Vediamo insieme alcuni modelli dalle forme particolarmente insolite.
Soapbath è una vasca ovale in vetroresina che fa parte della Wanders Collection, firmata da Marcel Wanders per Bisazza Bagno.
Come fa presagire lo stesso nome, questa imponente vasca interpreta la classica forma iconica della saponetta morbida e arrotondata.

vasca da bagno Soapbath di Bisazza Bagno
Ma la linea comprende anche altri elementi per completare l’ambiente bagno, come sanitari, elementi doccia, specchi da terra con profilo in legno laccato nero o bianco, cabinet specchiati sempre con profilo in legno nelle versioni nero o bianco.
La stessa forma a saponetta è ripresa anche dai lavabi in ceramica bianca della collezione.

Alcuni di questi elementi sono in netto contrasto con le linee pop di vasca e lavabo, come una serie di console e specchi in legno laccato nero o bianco che traggono chiaramente ispirazione da uno stile barocco.

Il contrasto che caratterizza tutti gli elementi della collezione non è però solo formale, ma anche dal cromatismo bianco-nero. Unica eccezione è rappresentata dal miscelatore a forma di fiore, che è disponibile, oltre che in versione cromata, anche in color aragosta.

vasca da bagno BA10 Aomori
Insolita, anche se per altri versi, è anche la forma della vasca da bagno BA10 Aomori, disegnata da Philipp Mainzer e Johanna Eigenolf nel 2004 per e15.
Questa vasca di forma rotonda, è realizzata con pannelli di rovere europeo cerato tenuti insieme da fasce circolari in acciaio inox, disponibili anche in acciaio spazzolato.

Per la sua installazione, questo tipo di vasca necessita di uno spazio di 120 mm per la ventilazione e per l’installazione di un sifone al di sotto del pavimento. Lo scarico è dotato di una chiusura a scatto che può essere aperta o chiusa facilmente grazie a una semplice pressione.

Alla base della vasca sono fissati due sgabelli con un supporto in acciaio inox, di altezza 300 mm. Inoltre è disponibile un gradino in legno massello per facilitare l’ingresso al suo interno.
Il diametro della vasca è di 1350 mm, l’altezza di 900 mm.

Vasca da bagno Meg 11 di Galassia
Meg 11 è una vasca da bagno per installazione a centro stanza, realizzata in Pietraluce® e disegnata dall’architetto Antonio Pascale per Galassia.

Il Pietraluce® è frutto dell’applicazione di tecnologia avanzata nella vasca da bagno.
Parliamo di un composto di allumina idrata, biossido di titanio e resine poliestere, ed è un materiale brillante, resistente, antigraffio, impermeabile e anticalcare.

L’ispirazione progettuale nasce da una forma naturale, il perimetro di una foglia. Una forma poetica che genera una linea morbida e accogliente dal linguaggio universale, adatto tanto ad ambienti classici che moderni.

Il design ne permette l’installazione non solo a centro stanza ma anche a parete, per cui può presentare rubinetteria da incasso o da pavimento.
È disponibile anche nella versione nera e misura 188 x 88 x h 69 cm.
Luci e colori per la vasca da bagno

Qualche anno fa era già difficile immaginare di slegare il candore del bianco alla forma pura della vasca da bagno; e tuttavia, esempi di vasche da bagno a colori ce ne sono e anche di grande effetto.
Accade oggi che nuovi sistemi di illuminazione e materiali prima riservati ad altri ambiti, si combinano con forme tradizionali che non trascurano alcun elemento dell’arredo, dando vita, nel caso specifico, a vasche da bagno luminose.

vasca da bagno OIO di Antonio Lupi
Un esempio per tutti il modello OIO disegnato da Michel Boucquillon per Antonio Lupi.
Il polietilene di cui è costituita la scocca ne fa un arredo da interni o esterni particolarmente resistente, oltre che intelligente.
Sapore retrò nella vasca da bagno

In questi ultimi anni si è tanto affermato il vintage, quel particolare tipo di stile che rievoca gli anni passati. La cosa bella degli oggetti in stile retrò è che possono essere inseriti anche in contesti dal sapore prettamente moderno e minimale, donando un tocco in più di calore e personalità.

Anche nell’arredobagno abbiamo straordinari esempi di vasche da bagno di ispirazione retrò. e quando se ne parla è tappa obbligata citare Devon&Devon, lo storico brand dall’ispirazione inequivocabilmente british, nato dall’esperienza di un’affermata azienda madre fiorentina, la Giulio Tanini.

vasca da bagno Regina di Devon&Devon
La bella Regina, gode dell’armoniosa asimmetria data dal rialzo di uno solo dei bordi laterali e, avvolgente come un guscio, si fa portatrice di una valida reinterpretazione del gusto classico applicato al concetto di vasca a libera installazione.
Vasche da bagno tecnologiche e multiaccessoriate

Idromassaggio, getti a impulso, aroma e cromoterapia, micromassaggio.
E ancora ampi e confortevoli spazi interni che, insieme a un design altamente funzionale rendono il momento del bagno un’esperienza sensoriale unica e personale.

Alcune vasche da bagno esaltano al meglio queste proprietà, grazie ad accorgimenti estetici e tecnologici altamente sofisticati, dall’impatto estetico semplice e lineare, e dalla grande adattabilità e personalizzazione.

Teuco ha in catalogo una collezione bagno firmata da J.M. Wilmotte.

vasca da bagno Wilmotte di Teuco Si tratta di un sistema di vasche, piatti doccia, lavabi e sanitari modulare e componibile, per adattarsi al meglio agli spazi e alle possibilità, anche economiche, di cui dispone il cliente.

Regina della collezione è la vasca da bagno: senza idromassaggio, oppure con idromassaggio, partendo dal Basic, passando per il Top Hydrosilence, l’idromassaggio più silenzioso al mondo, fino ad arrivare alla versione più completa, quella di Hydrosonic, l’esclusivo idromassaggio agli ultrasuoni.

Le vasche Wilmotte rispondono a tutte le esigenze di funzionalità e di prezzo, dalle più semplici alle più sofisticate, con un’estetica moderna e pulita, resa ancor più accattivante dai comandi touch screen e dalla placca cromata sul fondo, firma del designer. Grazie a Teuco, il bagno coordinato e firmato diventa accessibile e personalizzabile.

Un design minimalista e d’avanguardia, una forma trapezoidale con un ampio e confortevole spazio interno.
Queste le caratteristiche di Era Plus, la soluzione ad angolo di Hafro.

vasca da bagno Era Plus di Hafro
La vasca può essere installata a incasso oppure a pavimento.
In tal caso i pannelli di rivestimento sono disponibili in laccato rosso o nero, o in acrilico bianco, con la possibilità di includere un inserto in legno nelle essenze wengé, ciliegio, teak, noce, doussiè e rovere sbiancato.

Era Plus è un modello wellness a tutti gli effetti: dispone infatti di sistema idromassaggio Professional Whirlpool-Airpool con telecomando, 8 getti whirlpool a intensità regolabile, 24 iniettori airpool con programma pulsato e massaggio microdiffuso.
A completare questa piccola Spa domestica, l’impianto per l’ozonoterapia, il faro subacqueo per la cromoterapia e l’elettrosoffiante a velocità regolabile.
Vasche di benessere

Alcuni modelli di vasche sembrano quasi delle minipiscine, grazie a dimensioni particolarmente generose.

Queste vasche da bagno extralarge sono dotate di sofisticati impianti di idromassaggio, cromoterapia, disinfezione e ozono che consentono di godere, nel proprio bagno, degli stessi benefici che si ottengono in un beauty center.

Thais-Art di BluBleu
Un incredibile universo di sensazioni ed emozioni, tutte da condividere, scaturisce da Thais-Art di BluBleu, concepita da Antonio Bullo Design. Dotata di ogni comfort, questa vasca introduce un nuovo modo di concepire lo spazio personale.

Thais-Art è rigorosa ed essenziale nella sua forma quadrata, che trasmette sensazioni di stabilità e forza, e le sue ampie dimensioni, 235×215 cm, la rendono ideale per condividere il piacere dell’idromassaggio!

Thais-Art di BluBleuI comodi cuscini aumentano il comfort della vasca, mentre i poggiatesta consentono di adagiarsi e rilassarsi rimanendo completamente immersi.

L’ampia struttura in legno, nella finitura teak che riveste la vasca in acrilico, regala design ed esclusività, offrendo anche la possibilità di sfruttare ampi ripiani e cassetti.
Questi, si rivelano davvero utili per riporre articoli da bagno come asciugamani, bagno schiuma, porta sapone, sali.

Fra gli optional a disposizione l’impianto di ozono, di disinfezione, il doppio riscaldatore dell’acqua e Cromo Relax, l’apposito e sicuro sistema d’illuminazione interna che prevede la programmazione di quattro cicli cromatici:
-il verde/arancio per la funzione armonizzante;
-il blu/verde e rosso per rivitalizzare;
-neutro per tonificare.
I cicli cromatici, oltre che per le tinte si differenziano per forme luminose e gradazione delle intensità.
Durata, sostituzione e rigenerazione di una vasca da bagno

Una vasca da bagno ha generalmente una durata intorno ai venti anni.

Dopo tale periodo si può pensare di sostituirla e in tal caso è necessario l’intervento di un idraulico per gli scarichi e talvolta anche di un muratore.
Infatti, nel caso di un modello con muretto di rivestimento, sarà necessario il suo rifacimento e bisognerà, inoltre, rifare il rivestimento integrale del bagno se non si hanno a disposizione le piastrelle dello stesso modello per rivestire la parte da sostituire.

Le vasche in acciaio possono essere rismaltate con vernici epossidiche che hanno componenti in grado di assicurare durata e resistenza all’umidità e agli urti.
Queste tuttavia, contengono sostanze tossiche volatili che richiedono il non utilizzo del locale interessato, per almeno 2-3 giorni.

Una seconda soluzione può essere quella di sovrapporre un nuovo guscio alla vasca esistente, ma si tratta di una soluzione poco praticabile perché non tutte le vasche possono essere ricoperte e i gusci vengono prodotti artigianalmente, per cui è necessario informarsi preventivamente presso i fornitori.

trasformare la vasca d abagno in docciaPer chi volesse cambiare radicalmente c’è sempre la possibilità di trasformare la vasca in doccia, affidandosi a degli esperti del settore, oppure modificare la propria vasca in funzione di nuove esigenze, come la presenza di un anziano in casa, con esigenze di mobilità differenti rispetto al resto della famiglia.

Anche in questo caso ci sono sul mercato aziende che hanno legato il proprio marchio alla capacità di trasformare la vasca in un luogo sicuro anche per gli anziani.

Infine, per i più arditi, si può anche pensare di cimentarsi da soli e installare la vasca da bagno in modalità fai da te, seguendo delle istruzioni per la realizzazione, ma questo implica del tempo a disposizione, buona volontà e una certa predisposizione ai lavori manuali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>